Le interviste post-gara ai protagonisti

 

JUNIOR

 

1° Oscar Chelimo: Vittoria più difficile di quanto non sembri, il percorso mi è piaciuto molto e adoro correre attorniato da così tanta gente.

2° Daniel Pattis: Puntavo ad entrare nei primi 15 e ce l’ho fatta. Il percorso per me era un po’ troppo corto, la salita molto bella, la discesa l’ho patita un po’ e ho perso qualche posizione. Comunque è andata bene, meglio di così non poteva andare. Una gara con così tanta gente, ad ogni metro un gruppo di tifosi italiani che ti spingeva e ti dava forza, è stato molto emozionante. Il prossimo anno passo di categoria, proverò i Campionati italiani ma sarà molto dura stare con i primi senior.

 

3° Talon Hull: Sono molto contento. In questo momento mi sento sopraffatto e amo il mio paese. Il percorso è stato molto divertente, una bellissima ambientazione, amo l’Italia. Non esiste altro posto con un pubblico così.

11° Andrea Prandi: La gara è stata bellissima, grande emozione, nella prima parte fino allo scollinamento ero in 4.a posizione, poi in discesa le gambe non c’erano più per via di un problema alla caviglia del mese scorso, ma abbiamo fatto un ottimo risultato nelle squadre e siamo contentissimi.

15° Stefano Martinelli: Prima maglia azzurra nazionale…fantastico! I compagni favolosi e abbiamo preso posto sul podio. Ho dato tutto quello che potevo dare e ho cercato di guadagnare posizioni il più possibile… Ieri sera mi hanno “svezzato” facendomi un taglio sui capelli, e niente, far parte di questa famiglia è favoloso. Percorso bellissimo e faticoso, gli ultimi muri finali belli in piedi, ma il pubblico…da paura! Prima volta che corro regionali, nazionali, prima volta il mondiale e il pubblico…impressionante! Anche alla cerimonia d’apertura, tutto pieno, un pubblico così caloroso come a Premana non c’mai stato.

1.a Risper Chebet: Vincere è bello, ma lo è ancor di più farlo davanti a questo pubblico.

2.a Bahar Atalay: E’ un bel posto ma è stata molto dura e ho avuto momenti di difficoltà durante la gara, ma sono orgogliosa di me e del mio team. Posto e strutture sono molto belli. Anche ad Arco è¨ così, ma in Italia in generale il pubblico è caloroso.

3.a Lauren Gregory: E’ stata molto dura, mi sono divertita molto. Il percorso è spettacolare. Adoro il posto, è spettacolare e ci sono dei bellissimi paesaggi. E’ la prima volta che partecipo ad una manifestazione così e sono molto felice di essere quì.

9.a Paola Varano: Prima italiana, non me l’aspettavo, anche visto il livello…ho provato la volata finale ma con l’ugandese non ho retto il confronto, però sono contentissima. Percorso molto duro, ma molto adatto, si vede che qui a Premana conoscono la corsa in montagna. Non esiste un posto in assoluto con così tanto pubblico, anche ieri è stato bellissimo alla cerimonia di apertura.

10.a Linda Palumbo: “Ho fatto una bella gara contando che ero divisa nella preparazione fra questi mondiali classic e gli europei su pista a Grosseto, felice di aver contribuito alla medaglia di bronzo”.

14.a Gaia Colli: La gara è andata benissimo, purtroppo c’è stato l’infortunio e ho dovuto mollare alla fine perchè il dolore era troppo. Tutto sommato sono contenta comunque, anche per il terzo posto in squadre perchè lo aspettavamo da tanto e lo volevamo tantissimo. La salita è stata molto molto dura. In discesa ho cercato di non mollare, inizialmente ero quinta e mi dicevano che la terza era a 30 secondi, appena ho cercato di avvicinarmi sono caduta e…pazienza. Il pubblico è stato molto caloroso, campanacci, striscioni, bandiere italiane ovunque. Tutti che mi chiamavano per nome, è stato molto bello. Il tifo all’arrivo è stato fantastico, tutti con le mani alzate, bellissimo!

 

 

SENIOR

 

1.a Lucy Murigi Wambui: Sono davvero molto molto felice della gara. E’ stata dura, ma sono riuscita a spingere molto e ho fatto la velocità migliore, sono contentissima!

2.a Andrea Mayr: Bellissima gara, una bella giornata. Ho provato a spingere e sono contenta del mio risultato. Non so cos’abbia fatto Lucy, era incredibilmente veloce. Il pubblico è stato semplicemente pazzesco. Adoro correre in Italia. L’atmosfera non è così bella da nessun’altra parte!

3.a Sarah Tunstall: Davvero dura… ma è stata la gara della mia vita. Sono rimasta molto concentrata soprattutto in discesa. In Italia la passione del pubblico è unica, ti incitano dicendo “dai dai” ed è una sensazione unica.

7.a Alice Gaggi: E’ andata bene, ho cercato di dare tutto, speravo di riuscire a dare di più ma davanti andavano davvero forti. Anche le mie compagne sono sicura che abbiano dato tutto, quindi dobbiamo essere soddisfatte dell’argento che abbiamo ottenuto stringendo i denti. Le ragazze davanti erano davvero imprendibili, il tifo mi incitava ad andare, mi dicevano che c’era qualcuno poco davanti ma io ero davvero al massimo. Devo ringraziare le mie compagne perchè non si lotta mai solo per l’individuale ma anche e soprattutto per la squadra. Non c’era mai un momento in cui si stava soli con se stessi, il pubblico era ovunque e calorosissimo.

11.a Ivana Iozzia: Contentissima! La convocazione è arrivata all’ultimo, solo venerdì. Ci avevo già  messo una pietra sopra, infatti mi ero orientata sulle lunghe distanze, perchè sono in preparazione per l’ultima gara stagionale di corsa in montagna, poi tornerò alla strada perchè sono e mi sento più stradista. Farò la Marcialonga Running e ci sarà in programma una maratona e tutte le gare dei campionati italiani di 10 km su strada societari. C’è tanta roba sul fuoco. Tornando alla gara di oggi, ero in difficoltà in salita e recuperavo in discesa. In salita per fortuna c’era l’incitamento del pubblico sennò avrei mollato. Ho dato tutto, non posso recriminarmi nulla!

14.a Sara Bottarelli: Non sono molto contenta. L’obiettivo era l’oro a squadre. Specialmente a Premana dove tutti, tutti ci tengono tantissimo. Abbiamo fatto tanti mondiali all’estero, l’anno scorso abbiamo vinto all’estero, ma era meglio vincere qua. Ho dato tutto, ma non sono soddisfatta perchè non mi sentivo come al solito al 100%. Ero già  stremata al primo giro, e quando sono ripassata, pensare di avere ancora un giro mi ha fatto andare indietro ancora il fiato. Però il pubblico mi ha aiutato, mi ha dato la forza, vedevo le loro facce e dicevo “no non mollo”, mi hanno fatta andar su loro. Di solito i 2 giri mi piacciono, il primo controllo e il secondo do tutto, solo che qui ero già a tutta al primo, il secondo è stato un inferno, che poi in realtà, se ripenso al pubblico e al tifo era un paradiso terrestre, quindi entrambe le cose.

 

1° Victor Kiplangat: Ero rilassato ho fatto bene il primo giro, e così poi ho capito che era il mio giorno e ho pianificato il secondo giro, dando tutto me stesso. E’ stato grandioso. Anche il posto e il pubblico erano fantastici.

2° Joel Ayeko: Bella gara, bel posto, bella gente.

3° Fred Musobo: La gara è stata molto bella e anche il percorso lo era. Mi è piaciuto il posto e la gente lungo il percorso tifava per noi e ci ha supportato davvero molto, vorrei ringraziare l’Italia e gli organizzatori di questa corsa in montagna.

6° Xavier Chevrier: Ero in testa e ci ho provato fino in fondo. Oggi è stato magnifico per la gente che c’era qui. Siamo passati in mezzo a bagni di folla e questo è un poò l’inno alla corsa in montagna, e sono felice che l’Italia dimostri al mondo che questo è il tifo migliore che ci sia.

Accompagnato dal cugino Federico Pellegrino, campione dello sci di fondo: Loro hanno gli ugandesi e noi i norvegesi, ognuno ha i suoi: noi siamo qui per lui, c’è anche sua moglie e questa medaglia d’argento è un gran risultato per lui e per tutta la squadra.

7° Bernard Dematteis: Ugandesi imprendibili, ma forse abbiamo il cuore più grande di loro, perchè loro non sanno cosa vuol dire fare un mondiale qui a Premana, perchè veramente non c’è mai stato un mondiale con un pubblico così, non si riescono a contare le persone. Abbiamo colto l’argento a squadre ma vale come oro, abbiamo fatto cose straordinarie. Geneticamente hanno una marcia in più, noi ci abbiamo provato e va bene così, ce l’abbiamo fatta a batterli in passato e ce la faremo ancora, però oggi col cuore li abbiamo battuti. Grazie a Premana, il tifo, i miei tifosi che sono venuti dalla Val Varaita, la mia famiglia, la mia fidanzata Samantha, tutto lo staff dell’Italia e tutto il pubblico straordinario, perchè oggi ci hanno trascinato su, quando non ne avevo più e ho dovuto tirar fuori tutto, è un argento che vale tanto, chi mi è stato vicino sa cos’ho passato ultimamente e anche un settimo posto vale come un oro.

12° Martin Dematteis: A questa gara c’era un pubblico pazzesco, ci ha dato una gran forza, vi ringrazio di cuore tutti, il primo giro ero un po’ in difficoltà, nel muro finale c’era la gente che mi ha fatto recuperare 10 posizioni, poi sono venuto giù a tutta, ho recuperato altre posizioni e ho finito in volata però sono contento, complimenti a tutti noi, a Xavi che ha fatto una bella gara in finale, a mio fratello che ci ha provato, sesto e settimo, a Cesare che ho superato nel finale ma è stato un duro. Ci abbiamo provato, per noi era il Mondiale dei mondiali, prima della gara ci siamo nascosti in albergo perchè sapevamo che c’era troppa gente e dovevamo rimanere concentrati, ma poi ci hanno dato una carica pazzesca, è un argento che vale un oro. Complimenti agli ugandesi, andremo avanti verso nuovi sogni. Volevo dedicare questo successo ad una persona che andata via da non molto, Franco Travaglia, l’organizzatore degli europei di Arco, purtroppo è andato in cielo ma ci ha aiutati da lassù.

13° Cesare Maestri: Bene, a squadre ci siamo classificati secondi ed è un risultato bellissimo perchè il livello era molto alto. Per l’individuale sono contento, era il mio primo mondiale quindi alla fine 13esimo, nell’ultima discesa ho avuto un po’ di problemi a respirare ma va bene così, son contento per la squadra. Gli ugandesi veramente forti, ci abbiamo provato, ma sono più forti loro quindi complimenti a loro, probabilmente sono più portati come DNA e hanno anche la mentalità  giusta

 

Coach Italia Paolo Germanetto: Bilancio estremamente positivo, l’argento maschile meritatissimo con il livello che c’è stato. Bravissime le donne, a dispetto del problema di Valentina che ci ha messo un po’ in difficoltà . Gaia Colli stata bravissima a concludere la gara. Medaglie in tutte le categorie, bravissime le donne, straordinario Daniel Pattis, per me la soddisfazione di vedere tutti sul podio, penso che sia il modo migliore di chiudere un mondiale, da ricordare per il pubblico, per le emozioni, per tante cose. Qui c’è una magia unica, sono affezionati alla corsa in montagna ed è davvero bello fare medaglie ad un mondiale qua a Premana.

 


UFFICIO STAMPA NEWSPOWER
tel. 0461.820711 – pressoffice@newspower.itnewspower

 

       

Leave A Comment

Categories

 

Recent Posts

 
Le interviste post-gara ai protagonisti
  JUNIOR   1° Oscar Chelimo: Vittoria più difficile di quanto non sembri, il percorso mi è piaciuto molto e adoro correre attorniato da così tanta gente. 2° Daniel Pattis: Puntavo ad entrare nei primi 15 e ce l’ho fatta. Il percorso per me era un po’ troppo corto, la salita molto bella, la discesa
UGANDA SUPER MA L’ITALIA FA POKER DI MEDAGLIE A PREMANA.  ‘MAMA AFRICA’ TERRA DEI GUERRIERI DELLA CORSA
Oggi Campionati del Mondo classic di corsa in montagna a Premana (LC) Doppio argento senior e doppio bronzo junior conquistati dai team azzurri Podio senior con tre ugandesi e la kenyana Murigi, junior ancora Uganda con Chebet e Chelimo Argento individuale per Pattis. Lunedì alle 21.50 sintesi di 90’ su Rai Sport All’arrivo degli atleti
WMRC PREMANA 2017 – OFFICIAL STARTING LIST
Click on here below to download now the starting lists for the World Mountain Running Championship PREMANA 2017 All competitors for the four racing categories in order of starting time (Junior Men, Junior Women, Senior Wemen and Senior Men) Clicca ora qui sotto per scaricare gli ordini di partenza per il Campionato Mondiale di Corsa in Montagna PREMANA
L’AS PREMANA TORNA AL PRIMO AMORE: CAMPIONI E AMATORI ASSIEME PER IL ‘GIIR’ MONDIALE
Domenica 6 agosto Campionati del Mondo long distance a Premana (LC) con 25 nazioni Le stelle della corsa in montagna competeranno per il titolo iridato sul percorso del Giir di Mont L’evento mondiale bis prenderà il via sabato 5 agosto con la cerimonia d’apertura Rai Sport domenica trasmetterà le immagini dell’evento dalle 18.15 alle 19.30
PREMANA (LC) APRE I GIOCHI: DOMANI CORSE CLASSIC. JONATHAN WYATT ELETTO PRESIDENTE WMRA
Domani Campionati del Mondo classic di corsa in montagna a Premana (LC) Oggi cerimonia d’apertura con la sfilata delle 35 nazioni presenti Il neozelandese Jonathan Wyatt oggi è stato eletto nuovo presidente della WMRA Lunedì a partire dalle ore 21.50 due ore di differita dell’evento su Rai Sport   Il marchio di fabbrica del piccolo
JONATHAN WYATT RACCONTA I MONDIALI (E ANTONELLA) IL PIÙ GRANDE DI SEMPRE Ė UN FAN DI PREMANA
Campionati del Mondo 2017 di corsa in montagna Classic il 29-30 luglio e long distance il 5-6 agosto a Premana (LC) Intervista a Jonathan Wyatt – campionissimo della corsa in montagna   Jonathan Wyatt è probabilmente il più forte atleta che la corsa in montagna ricordi. Un re assoluto, vincitore di ben sei titoli mondiali,

Recent Comments

 

    WMRC Premana 2017

     

    WMRA relies, for the World Mountain Running Championship 2017, on FIDAL and on the organizational skills of AS Premana, society that exploit in these way many years of experience with regional and national championships, after having already leads its home race, “Giir di Mont”, in the scenery of the most prestigious international competitions.

    Contact Info

     

    The organization, or "Giir di Mont Committee”, refers to Premana Sports Association (ASP), which it is part of.
    The general contacts regarding Giir di Mont and any collateral event are as follows:

    Phone:    342 1813397
    Email:     info@giirdimont.it

    Upcoming Events

     

    There are no upcoming events at this time.